.: benvenuti nel portale che raccoglie tutte le business photo in Google Maps

Entra in Go Local View

La storia del Caminetto – Ristorante Parioli iniziò una mattina quando Italo Santucci passò per caso in viale Parioli e scelse quei locali sfitti al civico 89. Era il 1956 e tre anni dopo il sogno di Italo si realizzò insieme alla moglie Anna Maria Ciampini. 

Iniziarono con 50 posti, che l'anno successivo diventarono 200, allargando la parte storica del locale. Il ristorante era allora costituito da una sola sala perché lì vi si svolgeva tutto il lavoro, ed alla quale furono presto aggiunti gli spazi dei negozi confinanti. Italo Santucci aveva 33 anni ma già una consolidata esperienza. Oggi, Italo e il figlio Fabrizio seguono in prima persona il Caminetto – Ristorante Parioli con la stessa passione ed energia di cinquant'anni fa. 

Il menu del Caminetto – Ristorante Parioli è completo e soddisfa da decenni le esigenze della sua vasta clientela. Alcuni piatti sono tipici del Caminetto: come l’eccezionale ed originalissima caprese calda, le olive all’ascolana fatte in casa con ripieno di vitella e zucchine fritte, gli strozzapreti al ragù bianco di vitello, le polpette al radicchio e al vino, il roastbeef alla “Caminetto” di controfiletto di manzo con purè di patate, il tiramisù “Caminetto” o la crostata di mele calda con gelato alla crema.

I piatti a base di carne sono uno più gustoso dell’altro grazie anche ad uno dei tratti distintivi del Caminetto – Ristorante Parioli: il girarrosto. Una delle bontà di carne più frequentemente ordinate dai clienti sono gli straccetti alla romana, che dagli apprezzamenti ricevuti dagli ospiti di sono dimostrati essere uno dei pezzi forti del Caminetto.

I locali sono ampi sia all’interno che all’esterno. Sono addirittura disponibili alcune salette riservate. Specialmente per cena è consigliabile prenotare al fine di evitare fastidiose attese prima che si possa liberare un tavolo. 

Informazioni aggiuntive

Categoria Ristoranti